PROMOZIONE. MAIA ALTA-VORAN LEIFERS: 2-1


La matricola mette paura alla capolista. Il Maia Alta la spunta solo in zona Cesarini nei confronti di un coriaceo Voran Leifers che non si è messo certo soggezione di dove incrociare i tacchetti con la prima della classe. Sul sintetico del Lahn va in scena una partita equilibrata, dove il Maia Alta è stato messo a dura prova da un avversario organizzato e che non ha mai mollato un centimetro. E’ proprio il Voran Leifers a parte bene con le idee chiare, conquistando la supremazia a centrocampo. Il primo tempo è dominato da un diffuso tatticismo e questo determina poche vere emozioni tanto che le vere occasioni si contano sulla punta delle dita. All’11’ su una lunga rimessa laterale  Ciaghi, lasciato solo nell’area di rigore laivesottta,  colpisce bene ma troppo centrale favorendo la parata di Jacobitti. Al 14’ dalla bandierina Aaron Malleier detta per il fratello che serve suo fratello Dennis, il quale di testa manda di poco sopra la traversa. Sul fronte laivesotto è Ferraris a rendersi pericoloso, servito da Bernardi spedisce di testa poco sopra la traversa. Fin qui il primo tempo.

La ripresa si avvia con una bella azione locale, Pamer parte sulla sinistra e conclude di poco a lato. Il Voran Leifers risponde con il gran tiro di Ferraris che mette a dura prova la reattività di Wieser, che riesce a distendersi e devire in angolo. La pressione del Maia Alta si concretizza al 21’.

Ortner prende palla nella zona di centrocampo e procede diretto verso l’area di rigore dove viene atterrato dal rude intervento di Borin. L’arbitro a poca distanza decreta il calcio di rigore, comminando anche l’ammonizione per il difensore laivesotto. Dal dischetto Ciaghi trafigge Iacobitti.

Il Voran Leifers metabolizza in un fiat il contraccolpo psicologico, opera due cambi, e si ributta capofitto in avanti. Pochi minuti più tardi la compagine ospite conquista un calcio di punizione nella trequarti meranese. La palla inattiva viene sfruttata dallo specialista Ferraris che calcia direttamente in porta, la palla colpisce la traversa e torna nello spazio davanti a Wieser dove c’è appostato  Cottini che insacca da pochi passi.

Conquistato il pareggio il Voran Leifers prova a gestire il gioco, lasciando ai padroni di casa lo spazio per iniziative sporadiche. Al 37’ con un bel tiro al volo dai venti metri Pamer incoccia il palo pieno. Al 45’ mister Klotzner rileva Schvartz inserendo Michael Hoeller. Una scelta che dedice il match. Pamer detta su punizione una palla in mezzo all’area di rigore ospite, l’estremo Jacobitti prova a conquistare la sfera non riuscendo a trattenerla, Höller è ben piazzato e di colpisce di testa la palla tocca la traversa per finire tra i piedi di Hoeller Lukas che insacca il più facile dei tapin, regalando ai tifosi del Maia Alta una oramai inaspettata quanto rocambolesca vittoria.

MAIA ALTA-VORAN LEIFERS: 2-1

MAIA ALTA: Wieser, Hoeller L., Ioris, Toscano (1’ s.t. Pamer), Klotzner, Unterthurner, Malleier Aaron, Schvartz (45’ s.t. Hoeller M.), Malleier D., Ciaghi, Ortner (49’ s.t. Goegele). All. Klotzner. A disp.: Lanthaler, Gamper, Stiebler, Schwarz

VORAN LEIFERS: Jacobitti, Cappelletto, Sacco, Micheletti, Borin, Bernardi, Marcadella, Cottini (27’ s.t. Tiburzi), Dorigoni, Ferraris (45’ s.t. Paparo), Ausserer W. (25’ s.t. Saltarin). All. Paissan.  A disp.: Covanti, Berto, Oss Emer, Larentis.

ARBITRO: Carpentari di Trento.

MARCATORI: 21’ s.t. Ciaghi rig.  (MA), 24’ s.t. Cottini (VL), 47’ s.t. Hoeller L. (MA)

AMMONITI: Pamer (MA); Sacco, Borin, Bernardi (VL)

12 ottobre 2015

Filippo Rosace

Autore

Filippo Rosace

Filippo Rosace Ha pubblicato 1318 in www.fsm.bz.it

Lascia un Commento

Clicca su Mi piace
Archivio